Trattamento conservativo della fertilità

Trattamento conservativo della fertilità

Qual è il trattamento conservativo della fertilità nelle donne con cancro ginecologico?

Si stima che quasi il 10-20% delle donne con cancro ginecologico sia in età riproduttiva. Inoltre, le donne nei paesi sviluppati ritardano sempre di più l’età della maternità. Mentre il trattamento raccomandato per qualsiasi tipo di cancro negli organi di riproduzione è incompatibile con le future gravidanze, negli ultimi anni sono stati raggiunti numerosi progressi e sviluppate molteplici  indagini. Per tutti questi motivi, fino ad oggi il trattamento conservativo della fertilità è POSSIBILE in donne selezionate.

Per questo, valutiamo ciascun caso in particolare e prendiamo in considerazione i seguenti fattori:

  • La dimensione del tumore
  • L’estensione della malattia
  • Lo stato di salute globale della paziente
  • Le preferenze della paziente e dei suoi familiari

Il trattamento conservativo della fertilità in una donna con cancro ginecologico significa preservare almeno una delle ovaie e dell’utero. I fattori che consideriamo anche per selezionare le pazienti sono:

  • Forte motivazione della paziente per una futura gravidanza
  • Adeguate informazioni professionali in merito a rischi, vantaggi e svantaggi.
  • Valutazione rigorosa dell’estensione del tumore prima di iniziare un trattamento conservativo.
  • Valutazione corretta dei criteri oncologici per la selezione della paziente.
  • Tuttavia, un fattore che è anche fondamentale prendere in considerazione è la possibilità di assicurare un follow-up rigoroso dopo il trattamento allo scopo di individuare precocemente una possibile recidiva della malattia. I criteri di selezione della paziente sono molto severi e dobbiamo discutere con la paziente e la sua famiglia, i vantaggi e gli svantaggi di ciascuna procedura.

Che tipo di tumori ginecologici possono beneficiare di un trattamento conservativo della fertilità?

Cancro cervicale

Le procedure chirurgiche conservative di fertilità nelle donne con cancro cervicale comprendono:

  • Conizzazione cervicale
  • Conizzazione cervicale + linfadenectomia pelvica con o senza chemioterapia
  • Conizzazione cervicale.
  • Linfoadenectomia pelvica: rimozione dei linfonodi attorno alle arterie e alle vene principali della pelvi.
  • Trachelectomia radicale: consiste nel rimuovere solo la cervice uterina e il tessuto circostante (parametrio). Dopo ciò, la vagina è reinserita nel corpo dell’utero. Questa è una tecnica chirurgica molto complessa che richiede un addestramento speciale fornito dal nostro team di ginecologi oncologici. Per fare questo, il nostro team di chirurghi può eseguire questo intervento utilizzando la tecnica robotica mini-invasiva per ottenere i migliori risultati.

Cancro ovarico

Le procedure chirurgiche conservative di fertilità nelle donne con carcinoma ovarico e tube di Faloppio includono:

  • Ooforectomia unilaterale: comporta la rimozione dell’ovaio interessato.
  • Omentectomia: rimozione di un tessuto adiposo attaccato all’intestino grasso
  • Linfadenectomia pelvica e para-aortica: rimozione dei linfonodi attorno alle arterie e alle vene principali dell’addome e della pelvi.
  • Appendicectomia: estirpazione dell’appendice in casi selezionati di carcinoma ovarico (variante istologica mucinosa)
  • Biopsie peritoneali multiple: rimozione di piccoli frammenti (3-4 cm) in diverse regioni (8-10) del peritoneo. Quest’ultimo è un sottile foglio di tessuto che allinea gli organi intra-addominali e la parete addominale.

Cancro uterino-endometriale

Le procedure chirurgiche conservative di fertilità nelle donne con carcinoma dell’endometrio uterino includono:

  • Progesterone in alte dosi somministrate per via orale.
  • Posizionamento di IUD (dispositivo intrauterino) ormonale (Mirena).
  • Resezione della lesione tumorale mediante isteroscopia.

Domande frequenti

WhatsApp

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH