Artículos Medicos

Música en Cirugía

Ascoltare la musica prima dell’intervento avvantaggia significativamente i pazienti durante l’intervento di cataratta

Secondo uno studio, l’ascolto di musica durante l’anestesia e durante l’intervento chirurgico ha ridotto significativamente gli episodi di ipertensione, la frequenza cardiaca, i livelli di ansia e la necessità di farmaci antidolorifici.

La fattibilità di questo approccio nel contesto della chirurgia complessa dovrebbe essere ulteriormente valutata, ma i benefici di un intervento non farmacologico nella riduzione dell’ansia nei nostri pazienti sono notevoli per la chirurgia in generale.

Uno studio che ha coinvolto 311 pazienti sottoposti a intervento chirurgico ha rilevato che la metà dei pazienti è stata assegnata in modo casuale a un gruppo che ha ascoltato una sessione musicale di 20 minuti prima dell’intervento chirurgico utilizzando l’applicazione Web Music Care con la tecnica “streaming”. U”, progettata rilassare gradualmente l’ascoltatore attraverso specifiche sequenze di volumi e ritmi sonori. All’altra metà dei pazienti sono state fornite le stesse cuffie isolanti senza musica. L’intervento musicale si è interrotto poco prima dell’intervento.

La differenza tra i due gruppi era significativa. Durante l’intervento chirurgico, l’incidenza di eventi ipertensivi è stata significativamente più bassa nel braccio musicale, verificandosi in 21 pazienti (13,6%) rispetto a 82 (52,9%) nel braccio di controllo.

Anche i livelli di frequenza cardiaca erano più bassi e i livelli di ansia, misurati immediatamente prima dell’intervento chirurgico utilizzando la scala analogica visiva per l’ansia, erano rispettivamente di 1,4 e 3,1 nel braccio musicale e nel braccio di controllo. Inoltre, durante la procedura è stata segnalata una riduzione del numero di farmaci iniettati per ridurre l’ansia o l’ipertensione e il tempo operatorio è stato, in media, più breve.

la magia della musica
L’ansia è un problema per la maggior parte dei pazienti sottoposti a intervento chirurgico. I pazienti giustamente preoccupati e ansiosi per l’intervento chirurgico possono essere più esigenti per il personale infermieristico prima dell’intervento e trovare il tempo per gestirli può essere difficile in uno studio chirurgico impegnato.

L’ansia può anche essere la causa di complicazioni intraoperatorie legate all’aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna o ai movimenti della testa.

I pazienti il ​​più rilassati possibile sono necessari per l’intervento chirurgico. Sappiamo anche che meno i pazienti sono ansiosi, migliori saranno i risultati dell’intervento chirurgico. Durante l’intervento chirurgico, richiedono meno antidolorifici e anestetici. Inoltre, dopo l’intervento chirurgico avvertono meno dolore e hanno un decorso postoperatorio più regolare con un ritorno a casa anticipato.

La musica ha un effetto benefico sulle sostanze chimiche del cervello, aumenta la felicità e riduce l’ansia. È noto fin dai tempi degli antichi greci e l’effetto è di lunga durata, come ha dimostrato questo studio.

Infine, l’ascolto della musica durante l’induzione e l’intervento chirurgico dell’anestesia ha numerosi vantaggi per i pazienti e la sua attuazione dovrebbe essere consentita a tutti i tipi di interventi chirurgici.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]